Biacore X 100, Biosensore a Risonanza Plasmonica di Superficie (SPR, surface plasmon resonance)

interazione molecolare BtBs UNIMIB

Strumentazione per analisi di interazione molecolare

Società produttrice: GE Healthcare Life Sciences – Cytiva

verzione in inglese

Biacore X100 è una strumentazione basata sul fenomeno della Risonanza Plasmonica di Superficie (SPR, surface plasmon resonance) che permette l’analisi di interazioni tra biomolecole in tempo reale e senza la necessità che queste siano marcate. È un sistema ad elevata sensibilità strumentale con utilizzo di quantità minime di volumi di campione per la misura diretta di tutti i parametri cinetici e di affinità dell’interazione.

Caratteristiche principali dello strumento:

- Caratterizzazione del legame molecolare mediante determinazione delle costanti di velocità di dissociazione (Kd) dell’ordine di 10-5 s-1, costante di velocità di associazione (ka) nell’intervallo 103–107 M–1 s–1. Costante di dissociazione (KD-Affinità): 10-3-10-12 M

- Analisi di campioni che vanno dall’elevato peso molecolare (proteine, DNA, RNA, anticorpi, polisaccaridi, lipidi, cellule, etc.) al basso peso molecolare (<100Da) e in vari ambienti: tamponi salini anche contenenti dimetilsolfossido (DMSO), plasma e siero.

-Caratterizzazione della specificità di legame come la ricerca di  biomarkers presenti in piccole quantità nel siero.

-Intervallo operativo di temperatura: 4-40°C

-Disponibilità di un ampio range di sensor chip che assicurano la scelta della superficie del sensore più adatta alla natura delle molecole da immobilizzare e alla richiesta di analisi. Chip prodotti dalla tecnologia Biacore: CM7, CM5, CM4, CM3 e C1 con gruppi attivi carbossimetilati; SA per ligandi biotinilati; NTA per proteine con His Tag; HPA per creare un monostrato lipidico; L1 per creare un doppio strato lipidico; AU per attivare direttamente i ligandi su lamina d’oro. Capture kits sono disponibili per una ampia varietà di tags e molecole che includono proteine di fusione con GST; anticorpi IgG di topo; anticorpi IgG di uomo

- Approccio analitico denominato “Single Cycle Kinetics (SCK)”, alternativo alla tecnica dell’analisi cinetica tradizionale multiciclica, che permette riduzione dei tempi di analisi, riduzione del consumo di ligando e disegno sperimentale semplificato.

- Software Implementato con tecnica denominata CFCA (Calibration Free Concentration Analysis) che permette di calcolare in modo accurato la concentrazione attiva di proteine in assenza di calibrazione oltre a quella del metodo tradizionale che prevede la creazione di una curva standard di campione.

 

Ubicazione dello strumento:  Laboratorio 5009, edificio U3, 5°piano.

Per informazioni: Annalisa D’Urzo, +39 02 6448 3397, annalisa.durzo@unimib.it